in:

Ci sono in queste ore anche vari modenesi con il fiato sospeso per il crac Lehman Brothers, la banca americana che ha dichiarato fallimento. Per i clienti del gruppo Unipol ci sarà però la possibilità di veder restituito il capitale.  

Sono 8.500 i clienti del gruppo Unipol che hanno sottoscritto polizze index linked con titoli sottostanti Lehman Brothers, per un importo complessivo di 100 milioni di euro. I vertici della compagnia assicurativa hanno annunciato oggi in conferenza stampa che i clienti potranno scegliere se mantenere le polizze assumendosi il rischio o accettare la restituzione del capitale alla scadenza del contratto. Il direttore generale ha spiegato che la parte più consistente di clienti coinvolti riguarda famiglie e piccoli risparmiatori, per somme di polizza vita non superiori ai 25mila euro, per questo la compagnia ha deciso di intervenire e in caso di recesso a subentrare nel rischio al posto dell’investitore, garantendogli almeno il capitale iniziale. Ma il caso Lehman non è certo chiuso, nemmeno a Modena. La Banca popolare dell’Emilia Romagna precisa che l’esposizione in titoli obbligazionari nei confronti della Lehman Brothers dell’intero gruppo è si 23,5 milioni di euro, ma solo 2 di esposizione diretta, il rimanente è invece di pertinenza di alcune controllate del gruppo, in particolare 15 milioni di una finanziaria irlandese. E l’associazione Carpi città della cultura accusa invece la Fondazione cassa di risparmio di Carpi di aver preferito investire in queste obbligazioni, anche cifre consistenti, ora di poco valore, invece di acquistare la collezione Severi.E la Fondazione cassa di risparmio di Carpi precisa che “nel portafoglio dell’ente sono presenti obbligazioni emesse direttamente dalla Lehman per un valore nominale di 5 milioni di euro, acquistate molto prima dell’inizio della crisi e per la quali è previsto una migliore percentuale di rimborso rispetto ad altri titoli”. Il presidente Gian Fedele Ferrari aggiunge poi che è una parte molto limitata del patrimonio dell’ente. 


Riproduzione riservata © 2016 TRC