in:

Dopo Franco Vantaggi, Confindustria ceramica affida la carica di direttore generale dell’associazione a un manager giovane, anche lui romano, Armando Cafiero.

A Sassuolo è arrivato il primo di luglio e, dopo pochi mesi, si trova ad affrontare uno snodo fondamentale nella vita dell’associazione come il Cersaie, la più importante vetrina internazionale dell’industria ceramica. Ma il sorriso sulle labbra non lo abbandona, neppure quando gli si ricorda che si troverà alla guida di Confindustria Ceramica in un momento economico nazionale e internazionale difficile. Le stime dell’Unione Europea disegnano per l’Italia un 2008 a crescita zero. Armando Cafiero, romano, 47 anni, sposato con una figlia, arriva a Confindustria Ceramica dopo vent’anni passati ad Assocarta. Nel suo curriculum, impegni a livello internazionale, con esperienze a Bruxelles e alla Fao, ma anche una solida conoscenza delle politiche energetiche acquisita da amministratore delegato di Gas Intensive, consorzio di acquisti di gas metano. Conoscenze che potranno tornare molto utili per le esigenze delle aziende associate.


Riproduzione riservata © 2016 TRC