in:

Arriva il voucher per la vendemmia 2008. Permetterà di regolamentare il lavoro occasionale di studenti e pensionati.

In occasione della vendemmia arrivano i voucher per studenti e pensionati. All’insegna della regolarità contributiva, il progetto del voucher e la sua sperimentazione sono nati dalla volontà di far emergere le prestazioni che oggi, nel settore della vendemmia, avvengono al nero e di garantire maggiori tutele previdenziali ed assicurative ai lavoratori. La remunerazione del lavoro avverrà dunque attraverso l’erogazione di buoni, il cui valore nominale è stato fissato, secondo le retribuzioni contrattuali previste per il lavoro agricolo, in 10 euro. L’ente concessionario sarà l’Inps. Studenti e pensionati potranno dunque essere retribuiti attraverso buoni che comprendono, oltre al pagamento, le garanzie assicurative contro gli infortuni ed il versamento dei contributi. In tal modo si semplificano al massimo gli adempimenti amministrativi in capo alle aziende, le quali debbono solo registrarsi una tantum, acquistare i buoni e consegnarli ai prestatori di lavoro. I voucher telematici sono acquistabili sul sito dell’Inps www.inps.it o attraverso il numero gratuito Inps-Inail 803164; il corrispettivo sarà poi accreditato al lavoratore su una carta magnetica e potrà essere riscosso presso gli uffici postali o presso gli sportelli bancomat. Dal 19 di agosto il datore di lavoro potrà acquistare voucher cartacei presso gli uffici provinciali Inps. Alla fine del periodo della sperimentazione, fissato al 31 dicembre, l’istituto nazionale della previdenza sociale procederà ad un monitoraggio dei risultati che saranno valutati dal Ministero del lavoro per un’eventuale proroga o estensione della sperimentazione ad altre tipologie di lavoro occasionale.


Riproduzione riservata © 2016 TRC