in:

18 milioni di euro ricavati dalla vendita di case in provincia di Modena, e non dichiarati. 10 milioni di tasse evase e 3 persone denunciate. E’ il bilancio di una serie di ispezioni della Guardia di Finanza nel settore delle compravendite immobiliari.

Compri un appartamento da 300mila euro? Ci sono venditori che magari scrivono sull’atto 200 mila e fanno scomparire il resto nelle proprie tasche, senza lasciare tracce… o quasi. Un affare per chi acquista e per chi vende, sotto fatturare l’immobile all’atto della compravendita. Entrambe le parti risparmiano infatti sulle imposte da versare all’erario e si possono comunque detrarre gli interessi passivi sull’importo dell’intero mutuo acceso. Un affare illegale però, scoperto dalla Guardia di Finanza di Modena proprio grazie alle incongruenze tra le somme richieste alle banche per il mutuo e il valore della casa dichiarato. 22 le ispezioni effettuate dalle Fiamme Gialle in imprese e società operanti nel settore a Modena, Carpi, Sassuolo, Mirandola e Vignola, per un totale di 18 milioni di euro non dichiarati e scoperti, 1 milione di Iva 9 milioni di base imponibile Irap evasi. Tre le persone denunciate, due per occultamento di documenti contabili, punibile penalmente con la reclusione da 6 mesi a 5 anni, e una per dichiarazione infedele, punibile con la reclusione da 1 a 3 anni.


Riproduzione riservata © 2016 TRC