in:

"Un obolo ingiustificato": buona parte di quel 7% della bolletta elettrica destinata ai produttori di energia da fonti rinnovabili e assimilate va invece ai petrolieri. La denuncia della Cna.

In Italia va ai petrolieri buona parte di quel 7% della bolletta elettrica pagata da imprese e cittadini ai produttori di energia da fonti rinnovabili. La Cna di Modena chiede al Governo di intervenire al più presto, pensando anche a forme di risparmio energetico non solo su nuovi edifici ma anche su quelli già esistenti. Nel nostro Paese, dove si pagano 71 Euro a megawatt (l’87% in più di quanto si paghi in Germania, l’82% in Spagna ed il 73% in Francia), basterebbe eliminare questo contributo per portare a 65 Euro per megawatt questo costo. E sul caro carburante interviene anche Confesercenti: fra i più penalizzati, dice l’associazione, ci sono ambulanti e agenti di commercio. Confesercenti chiede interventi correttivi, anche in merito agli studi di settore per il 2008.


Riproduzione riservata © 2016 TRC