in:

Cna, Lapam e Confesercenti chiamano a raccolta gli associati per discutere del progetto di recupero dell’ex Sipe. Al centro delle critiche sollevate dalle associazioni la costruzione di un parco commerciale da oltre 20mila metri quadrati.

La preoccupazione dei negozianti del vignolese è alta; il parco commerciale da oltre 20mila metri quadrati, previsto nell’area dell’ex Sipe dal nuovo accordo di programma in fase di approvazione da parte delle amministrazioni comunali, rischia di mettere in difficoltà più di una attività. Spontaneamente nei mesi scorsi, alcuni commercianti hanno dato vita ad una raccolta di firme contro il nuovo progetto e stasera gli aderenti a Lapam Licom, Cna e Confesercenti discuteranno del futuro dell’ex Sipe in un incontro organizzato dalle tre associazioni, che lo scorso marzo avevano chiesto ai Sindaci di Vignola, Spilamberto e Savignano di ripensare il progetto. Incontro cui ne farà seguito un altro mercoledì prossimo, rivolto stavolta agli imprenditori. Perché le tre associazioni non criticano solo la parte commerciale, ma intendono anche discutere nel merito il futuro parco scientifico. Al centro delle richieste delle associazioni, la possibilità di avviare un confronto con le amministrazioni per rivedere complessivamente il progetto e salvare l’equilibrio commerciale e produttivo della zona.


Riproduzione riservata © 2016 TRC