in:

L’avvocato Samorì presenta una sua lista di candidati per il consiglio d’amministrazione della banca popolare dell’Emiglia Romagna

6 candidati, pari al numero dei consiglieri da eleggere. L’avvocato Gianpiero Samorì, presidente dell’Associazione azionisti per lo sviluppo della Banca Popolare dell’Emilia Romagna, ha presentato oggi la propria lista alternativa in previsione del rinnovo di 6 membri del Consiglio di Amministrazione dell’Istituto, la cui elezione si terrà durante la riunione dei soci il prossimo 10 maggio. Al fianco dell’Avvocato Samorì, troviamo il cavaliere del lavoro Mario Casoni, il presidente regionale della Confartigianato Federimprese Giampaolo Palazzi e poi ancora i professionisti modenesi Fabrizio Corradini e Gianluigi Rossini e Antonio Piccinini, attivo nell’Associazione Agricoltori. Nella conferenza stampa odierna, Samorì è di nuovo tornato ad attaccare pesantemente l’attuale gruppo dirigente con critiche per l’andamento del titolo in borsa, l’eccessiva presenza al sud ed i troppi crediti. E per riprendere il percorso di crescita, il presidente di Modena Capitale, propone la riorganizzazione del modello federale, con la necessità di un ribaricentramento verso nord delle attività della Banca. Necessario, poi, secondo Samorì, andare verso una governance di tipo moderno, introducendo il sistema duale e limitando gli incarichi in istituti legati alla banca. Un piano, secondo l’avvocato, che dovrebbe aprire gli occhi ai soci…..


Riproduzione riservata © 2016 TRC