in:

C’è anche il mostro, o i mostri, di Modena nel libro del giornalista Rai Luca Ponzi, dal titolo “Mostri normali”. Un capitolo è dedicato alle 8 prostitute uccise in dieci anni nel modenese.

Erano tutte giovani, se non giovanissime. Erano tutte prostitute e tossicodipendenti. E sono state tutte uccise tra il 1985 e il 1995 nel modenese, da quello che è stato definito il mostro di Modena, che però potrebbero essere tanti mostri. Sono otto delitti irrisolti: le ragazze strangolate, o pugnalate, non hanno mai ottenuto giustizia, si sono seguite piste che non hanno portato a nulla, mentre i famigliari si sentivano parenti di vittime di serie b. Ma non tutti hanno dimenticato: Luca Ponzi, giornalista Rai, a questi delitti ha dedicato un capitolo del suo libro “Mostri normali”. Ma i casi modenesi sono solo un capitolo, il libro parla anche di altri casi ancora aperti, inquietanti, come la bambina di Bologna sparita nel nulla a 11 anni. Tanti cold case sparsi nell’Emilia Romagna, che il giornalista vuole che non si dimentichino. 


Riproduzione riservata © 2018 TRC