in:

Successo di pubblico ieri sera, a Ponte Alto, per Giuliano Palma, primo concerto della festa

Profeta dello ska e musicista di alto livello, specializzato nel riportare a nuova vita brani del passato che sembravano relegati all’oblio. Lui è Giuliano Palma, voce solista dei Bluebeaters. Per il suo concerto, ieri sera all’Arena del Lago, nell’ambiro della Festa del Pd di Modena, si è radunato un pubblico numeroso ed eterogeneo. Ai fans l’artista ha regalato oltre due ore di musica e ritmo, riproponendo in chiave ska alcuni successi del passato, selezionati con cura nel repertorio italiano e internazionale, con incursioni nei generi più diversi, dal reggae al rock, alla musica pop. Tra i tanti brani proposti, tutti i suoi "cavalli di battaglia": "Messico e nuvole" di Paolo Conte, "Che cosa c’è" di Gino Paoli, "Tutta mia la città" dell’Equipe 84, "Pensiero d’amore" di Mal, "Per una lira" di Lucio Battisti. Evergreen della tradizione italica che grazie al genio di Giuliano Palma hanno conosciuto  una seconda giovinezza. 


Riproduzione riservata © 2018 TRC