in:

Consigli per inseguire le stelle cadenti nella notte di San Lorenzo

Non sono vere stelle cadenti, ma l’effetto visivo è lo stesso. Questa notte, San Lorenzo, torna l’appuntamento con il cielo e le scie luminose che offre. In realtà il fenomeno è iniziato già da fine luglio e continuerà ancora per giorni, anche se la tradizione lo vuole soprattutto il 10 agosto. Ma che quest’anno cade con la luna piena che renderà più complicata la visione. Per questo è meglio seguire alcune accortezze. Il direttore del Planetario di Modena, Pieluigi Giacobazzi, spiega che è opportuno portarsi in un luogo dove sia assente o limitato l’inquinamento luminoso. A quel punto bisogna volgere lo sguardo a nord est, magari con l’aiuto di una bussola, cercare se si riesce la stella polare e al di sotto la costellazione di Perseo: lì si potranno vedere gli effetti luminosi. Per via della luna piena, gli orari migliori sono tra le 22 e le 23, ma soprattutto prima dell’alba, dalle 3 alle 4 del mattino.


Riproduzione riservata © 2018 TRC