in:

I fan questa mattina si sono dati appuntamento davanti a casa di Vasco Rossi, per augurargli una buona convalescenza

A Verrucchia la strada è la solita, ben indicata da qualche fan buontempone. Graffiti sull’asfalto e sulla cancellata della casa in cui Vasco Rossi trascorre la sua convalescenza. All’esterno i vascòmani passano, lasciano biglietti ad amici e parenti del rocker che entrano ed escono per le commissioni di tutti i giorni. Nicola e Cristiano, eroici veronesi, si sono letteralmente accampati. Mostrano orgogliosi le foto di un anno fa, quando strapparono un autografo e un passaggio sulla Bentley d’ordinanza, ai fan giunti da Roma, Pescara, Brescia. Ma lui non esce, non si affaccia. Verso l’ora di pranzo spunta il figlio del Blasco, Luca, che ci aggiorna sulle condizioni del papà. “Sta bene, deve fare qualche iniezione per il dolore e per questo è un po’ fiacco. Staremo qui ancora qualche giorno”. Verità o tentativo di depistaggio per una fuga notturna? In serata Nicola e Cristiano getteranno la spugna, o almeno così dicono. Chissà se qualche altro vascòmane riuscirà a coglierlo sul fatto.


Riproduzione riservata © 2018 TRC