in:

Cade nell’anno del 150° dell’Unità del Paese il ventennale del Festival delle bande militari, per Modena di fatto una celebrazione in più per rafforzare lo stretto legame tra la città e l’Accademia militare.

Cade nell’anno del 150° dell’Unità del Paese il ventennale del Festival delle bande militari, per Modena di fatto una celebrazione in più per rafforzare lo stretto legame tra la città e l’Accademia militare. Malgrado la crisi sempre più pesante, l’International tatoo è una di quella manifestazioni che Comune, Fondazione Cassa di Risparmio di Modena hanno voluto con forza confermare, assieme a Regione e Provincia. Dal 5 al 9 luglio Modena ospiterà orchestre militari che arrivano da Gran Bretagna, Turchia e Finlandia. L’Italia sarà quest’anno rappresentata dalla Banda delle Forze Armate. Il programma prevede parate pomeridiane e notturne per le vie del centro, caroselli, spettacoli e concerti in Largo San Giorgio, Piazza Grande, nel chiostro di Palazzo Santa Margherita, al Parco d’Avia e all’interno dei Giardini ducali; piazza Roma e il cortile d’Onore del Palazzo Ducale ospiteranno gli appuntamenti più istituzionali. Appendici in provincia, a Spilamberto e Sassuolo. Salta, quest’anno Rataplan, il meeting regionale dei gruppi musicali, che d’ora in poi avrà cadenza biennale e che quindi tornerà per l’edizione 2012. Tra le novità di quest’anno, la mostra “I soldatini che fecero la storia. Soldatini, toys e diorami dal 1861 a oggi” in programma dal primo al 9 luglio alla libreria Antiquaria Lucia Panini di Corso Canalchiaro.


Riproduzione riservata © 2018 TRC