in:

Michele Mari con “Rosso Floyd” e Beatrice Masini con il romanzo “bambini nel bosco” sono i vincitori del premio letterario Frignano, giunto quest’anno alla sua 15esima edizione.

Il premio letterario Frignano quest’anno, per la prima volta, ha aggiunto una sezione dedicata alla narrativa per ragazzi che è stata vinta da Beatrice Masini, la traduttrice italiana della saga di Herry Potter. Il romanzo, “Bambini nel bosco”, edito da Fanucci, è una storia commovente, sospesa in un limbo spaziale e temporale che scava negli animi dei ragazzi, esplorandone i sentimenti. Michele Mari è invece l’autore di “Rosso Floyd”, pubblicato da Einaudi, vincitore del premio Frignano. Racconta un mito, quello del musicista dei Pink Floyd, Syd Barret. E lo fa in maniera originale, dando vita ad un intreccio fra verità storica e invenzione. Per questa edizione sono state valutate 56 opere pubblicate da 39 case editrici. I premi ai 2 classificati, cinque mila e tre mila euro, saranno consegnanti agli autori, sabato 21 agosto, a Pievepelago. La più importante manifestazione letteraria dell’Appennino modenese è nata 51 anni fa ed è organizzata dal Comune di Pievepelago, in collaborazione con la Fondazione Cassa di Risparmio di Modena e l’Accademia “Lo Scoltenna”. In passato sono stati premiati nomi come Arrigo Levi, Aldo Busi e Alberto Bevilacqua.


Riproduzione riservata © 2017 TRC