in:

Estate tempo di sagre e di festival. Lo scorso fine settimana a Camposanto protagonisti gli artisti di strada. A Maranello è in corso il Giugno Maranellese, ieri sera la sfilata di moda.

L’arte dei graffiti, se regolata, può diventare un mezzo per abbellire. E da ieri a Camposanto sono stati lasciati colore e fantasia, laddove prima c’era solo un intonaco senza storia. Obiettivo centrato per gli assessorati alle politiche giovanili e alla cultura del comune che, nell’organizzare la seconda edizione di Quadricromie, rassegna regionale di writing e street art, ha deciso di mettere a disposizione, come maxi quadro, il muro di via Panaro, che separa le scuole dall’argine. Già dalla tarda mattinata la strada è stata invasa da decine di artisti writers, provenienti da diverse parti d’Italia, muniti di bombolette e barattoli di vernice, che si sono messi subito al lavoro trasformando, con il passare delle ore, un muro grigio in una vera e propria opera d’arte a cielo aperto. E così, ancora una volta, Camposanto è riuscita nell’intento di creare una giornata in grado di richiamare tanto pubblico. Dimostrando come, se da un lato è giusto continuare a condannare fermamente chi imbratta e deturpa spazi pubblici e privati, dall’altro è corretto iniziare a conoscere più da vicino queste nuove forme di espressione ed imparare a rispettarle, facendo emergere il valore creativo ed aggregativo di un fenomeno qual’è quello dei graffiti. Sfilata di moda a Maranello La festa di Maranello. Un momento di aggregazione e promozione del territorio. Il Giugno Maranellese ieri sera ha vissuto un appuntamento molto atteso: una sfilata di moda con capi di produttori e commercianti locali, organizzata grazie all’impegno di Cna. Il Comune di Maranello e il consorzio Maranello Terra del Mito anche per questa edizione della lunga kermesse estiva all’aperto, hanno messo insieme tante iniziative diverse: musica, sport, gastronomia, esposizioni anche per i più piuccoli, con un attenzione particolare per l’ambiente e le energie rinnovabili passando per la robotica e l’artigianato. Le piazze di Maranello si sono trasformate in luoghi tematici. Un occhio particolare al mondo dei motori, ma anche ai prodotti locali.


Riproduzione riservata © 2017 TRC