in:

“Tagliare sulla Cultura è troppo facile. Per risanare davvero il Paese occorreva più coraggio politico”. Così Valerio Massimo Manfredi, scrittore e archeologo modenese, a proposito della drastica riduzione di risorse per gli istituti culturali introdotta dalla nuova Finanziaria.

“In democrazia – ha detto lo scrittore – è fatale che chi si trova a dover prendere decisioni, cerchi di non rendersi impopolare. Si tende quindi a colpire là, dove il danno è minore. Si è colpita la Cultura perchè le persone colte rappresentano una elite. Il Governo attuale – ha aggiunto – avrebbe i numeri per prendere decisioni anche impopolari, ma per farlo occorre coraggio politico. Coraggio che questo Governo non ha”.


Riproduzione riservata © 2017 TRC