in:

Lella Costa il ritorno più atteso, il “Tango Divino” dei Pasiònes la sorpresa: la stagione 2010/2011 del teatro Michelangelo, che prenderà il via il 19 ottobre prossimo, è stata presentata questa mattina.

Al Michelangelo si lavora per i giovani, i veri protagonisti a sorpresa della stagione che va concludendosi. L’annata teatrale 2010/2011 sarà una combinazione vivace, anticonformista: classici rivisitati, nomi esteri, tante risate. Presentata oggi nella sede del cinema-teatro di via Giardini, prenderà il via il 19 ottobre con “Testimoni”, lavoro di denuncia con Giampiero Ingrassia: storia di due innocenti cittadini pronti a deporre in tribunale dopo avere assistito ad un delitto. Un sipario di particolare attualità. Si continua con l’avanguardia di Lars Von Trier, “il grande capo”, portato a teatro da Gianfelice Imparato ed Erika Blanc. Torna anche Lella Costa, con “Ragazze nelle lande scoperchiate del fuori”, umorismo d’autore e non solo. E poi Raffaele Pisu, Sandra Milo, Corinne Clery assieme a Gino Rivieccio ne “Il padre della sposa”. Immancabile l’Avaro di Molière, firmato da Luigi De Filippo. Infine, la grande novità: una serata dedicata al tango argentino.


Riproduzione riservata © 2017 TRC