in:

A distanza di 15 anni dal precedente, è stato pubblicato un nuovo facsimile del De Sphaera, il più bel codice astrologico illustrato del Rinascimento attualmente custodito nei locali della biblioteca Estense.

Databile intorno al 1470, composto da 16 carte in pergamena che danno vita ad un libro di 32 pagine, di cui 15 interamente miniate e nove con disegni astronomici, il De Sphaera è considerato il più bel libro astrologico del Rinascimento e da oltre mezzo secolo il codice più richiesto per le grandi mostre rievocative di una stagione artistica irripetibile. Il codice riassume il sapere astrologico dell’epoca e testimonia la fede negli astri di un tempo anche presso le corti più potenti del rinascimento. L’orginale è custodito presso i locali della biblioteca estense, così come il primo facsimile realizzato dalla Casa editrice il Bulino nel 1995. A distanza di 15 anni, complice il progresso nel campo delle immagini digitali, la casa editrice “Il Bulino”, con il benestare della Biblioteca Estense, ha realizzato un nuovo facsimile, edito in 999 esemplari numerati. Il progetto ha visto pure la redazione di un commentario di studi che comprende approfondimenti e ricerche scrupolose. La riproduzione in facsimile rende disponibile ad un vasto pubblico il prezioso volume.


Riproduzione riservata © 2017 TRC