in:

Restaurato grazie al Soroptimist, è ora esposto alla Galleria Estense il ‘Compianto’ di Michele da Firenze, nascosto durante la rivoluzione francese. E alla Ghirlandina, secondo stralcio dei lavori.

Rimasto ‘nascosto’ per più di 200 anni nell’ex convento di San Geminiano, dopo un accurato restauro finanziato dal Soroptimist Club di Modena è ora esposto alla Galleria Estense di Modena il ‘Compianto sul Cristo morto’, gruppo quattrocentesco in terracotta policroma attribuito a Michele di Nicolò di Dino, noto come Michele da Firenze. Il compianto è un gruppo plastico composto da otto figure plasmate ad altorilievo di dimensioni non molto inferiori al vero. Le figure sono state rinvenute accidentalmente nel 2006 all’interno del complesso San Geminiano, in passato sede del convento femminile e ora sede universitaria: molto probabilmente vennero nascoste nel periodo della Rivoluzione francese quando il convento fu soppresso e trasformato in caserma per le truppe francesi.Ghirlandina, secondo stralcioIniziano domani i lavori di restauro della torre Ghirlandina, da quota sessanta metri sino a terra. Si tratta del secondo stralcio dell’intervento che prevede, tra l’altro, la pulizia e il restauro di 20 statue di grosse dimensioni, collocate agli angoli della torre, e 138 statue di piccole dimensioni. Nonostante le varie sospensioni del lavoro, causate dal maltempo, la fine dei lavori è prevista per la metà del gennaio prossimo. … e manutenzione stradaleSono iniziati in questi giorni i lavori urgenti per la chiusura delle buche che si sono aperte in numerose strade del territorio comunale a cause delle nevicate, del gelo e dello spargimento del sale antighiaccio. Tre le squadre di tecnici impegnate. I lavori di risanamento saranno ultimati entro il 30 marzo. L’amministrazione comunale ha stanziato 35mila euro.


Riproduzione riservata © 2016 TRC