in:

Cento gli editori che, il prossimo fine settimana, parteciperanno a Buk, il festival della piccola e media editoria. E dal 21 al 25 aprile torna la fiera campionaria. E quest’anno l’ingresso è gratuito.

Cambia il nome, che italianizza l’inglese, e si trasforma in festival Buk, manifestazione dedicata alla piccola e media editoria in programma al Foro Boario il 13 e il 14 marzo, ma gli appuntamenti cominciano già domani con una serie di incontri e laboratori per i bambini. Cento gli editori presenti, provenienti anche dalla Svizzera e dalla Germania, 80 le iniziative collaterali che saranno seguite anche da ‘Voci dal B®ranco’ la redazione interscolastica degli istituti superiori modenesi. Ospite d’onore sarà il poeta statunitense John Giorno che condurrà un atelier di poesia. Buk è organizzata da Comune, Fondazione cassa di risparmio di Modena e dall’associazione culturale Progettarte con il contributo di Cna e Lapam e il patrocinio del Ministero per i beni culturali e l’Università di Modena. In occasione di Buk, domenica 14 marzo, la biblioteca civica Delfini resterà aperta in via straordinaria dalle 14.30 alle 20. Ritorna la fiera campionaria Recupera il vecchio nome la fiera campionaria per l’edizione 2010, e così dal 21 al 25 aprile, al quartiere fieristico, torna la Fiera di Modena. Come sempre, tante le proposte per la casa, l’artigianato, le curiosità, il verde, degustazioni enogastronimiche, l’area bimbi ma anche cultura e spettacoli. Tra le novità, il concerto d’apertura della Corale Puccini di Sassuolo e un’area cavalli. Ma soprattutto: niente biglietto all’ingresso.


Riproduzione riservata © 2016 TRC