in:

E’ al via la stagione di prosa nei teatri della provincia di Modena questa sera si comincia da Michelangelo, ma da Mirandola a Pavullo i cartelloni sono densi e di qualità.

Scatta questa sera il ciak d’inizio per la nuova stagione di prosa nei teatri modenesi: ad inaugurate la serie di nomi e titoli Paola Gassman e Pietro Longhi in “Divorzio con Sorpresa” al Michelangelo che quest’anno proporrà anche “La trappola” con Giancarlo Zanetti e Natalie Caldonazzo, il sempre affollato “Festival del cabaret emergente”. Atmosfere musicali di altre latitudini con il natalizio concerto Gospel e “Habana de hoy” direttamente da Cuba. Allo Storchi il sipario si aprirà invece per la prima volta il prossimo 11 Novembre con “La Tempesta” di Shakespeare interpretata da Umberto Orsini per la regia di Andrea De Rosa, cui seguirà “Platonov” di Anton Cecov con Alessandro Haber. Tra le produzioni di spicco: “Madama di Tebe” per la regia di Corrado Abbati, “Romeo e Giulietta”, “Il dio della carneficina” con Silvio Orlando e “I personaggi” di Michele Serra con Antonio Albanese, la prima de “L’Avaro” di Moliere e un “Mercante di Venezia in Prova” con Moni Ovadia. Il teatro delle Passioni mette in scena “Io parlo ai perduti, le vite immaginarie di Antonio Delfini”, prima di passare al “Frankenstein, ossia il Prometeo moderno” Stefano Massini e a “Finale di partita” di Samuel Beckett. La provincia non annoierà la prossima stagione: a Castelfranco, dal Dadà, passerà “Pensaci Giacomino” di per la regia Enzo Vetrano, i comici Giuseppe Giacobazzi e Geppi Cucciari, “La sirena”, di e con Luca Zingaretti. Lo scrittore Erri De Luca si cimenta come autore ed attore nel suo “Provando in nome della madre” ma tra i protagonisti di questa stagione anche Francesca Reggiani e Vito. Lella Costa e le sue “Ragazze” sarà invece all’Auditorium Ferrari di Maranello da dove passerà anche Giammarco Tognazzi in “Die panne”. Al Nuovo di Mirandola uno dei più attesi è “Il birraio di Preston”, riduzione e adattamento teatrale Andrea Camilleri e Alessandro Gassman in “Roman e il suo cucciolo”. Al Mac Mazzieri di Pavullo infine repliche delle principali produzioni della provincia e “Ho appena 50 anni” di e con Raffaele Paganini e Marco Paolini in “La Macchina del capo”.


Riproduzione riservata © 2018 TRC