in:

E’ stata la Musica Nuda di Petra Magoni e Ferruccio Spinetti a dare il via, ieri sera, alla preview di tre giorni che, come tradizione vuole, scalda gli animi in attesa del Poesia Festival.

Spogliano la musica, svelano l’arte. E la poesia. E’ un esperimento a dir poco singolare quello di Petra Magoni, voce tra le più fresche del panorama italiano nonché moglie del pianista prodigio Stefano Bollani, e Ferruccio Spinetti, contrabbassista e componente della Piccola Orchestra Avion Travel: interpretare le più belle canzoni del nostro tempo esclusivamente con i loro strumenti. Denudando la musica per arrivare al nucleo delle emozioni. E’ stata la loro Musica nuda, riecheggiata nella Rocca di Vignola, a dare il via ai tre giorni di anteprima di Poesia Festival. Che parte con ottime premesse dal momento che gli organizzatori, ad un certo punto della serata, hanno dovuto interrompere gli accessi alle sale, già strapiene di pubblico. Oggi si prosegue con 4 appuntamenti a Castelnuovo, Spilamberto, Marano e Castelvetro: dall’arte al pugilato, dalle suggestioni sonore agli incontri con i poeti. Mentre domani, ultima serata di anteprima, ancora spazio alla poesia contemporanea in un altro incontro con gli autori in programma a Spilamberto.


Riproduzione riservata © 2016 TRC