in:

Mistero e brivido di scena a Finale Emilia, che per 4 giorni sarà il punto di ritrovo di tutti gli appassionati del genere noir, grazie ad un Festival ricco di appuntamenti. E già si pensa al Poesia festival.

Il noir oggi è il genere narrativo più popolare, amato dai giovani per il gusto della trasgressione e per il suo inguaribile romanticismo. E’ il genere che meglio interpreta la modernità e le ombre della nostra società. Uno stile imitato e adottato da sempre più comunicatori, per la sua alta capacità seduttiva. Sulla scia di un interesse crescente, a Finale Emilia torna il Festival noir, giunto quest’anno alla terza edizione. Saranno 4 tra i più noti indagatori di delitti e misteri delle province emiliane i protagonisti della maratona a tinte scure che terrà i presenti con il fiato sospeso da giovedì 27 agosto a domenica 30. Novità di quest’anno il mini noir, con animazioni pensate appositamente per i più piccoli. La terza edizione, inoltre, s’inserisce appieno nei festeggiamenti legati al Millenium Finalis, i mille anni di storia scritta della città, con l’amministrazione comunale impegnata sempre più a rivitalizzare il centro storico ed i suoi spazi con proposte di qualità. Verso il Poesia FestivalMoni Ovadia, Paola Cortellesi, Neri Marcorè, Sonia Bergamasco sono alcuni degli interpreti che alla quinta edizione del poesia festival, in programma dal 24 al 27 settembre, declameranno versi che hanno fatto la storia della poesia. Accanto alle letture, sei autori del novecento saranno ricordati in altrettante monografie realizzate dalla poetessa Gabriella Sica. Si tratta di un omaggio che l’autrice ha voluto dedicare a Giuseppe Ungaretti, Eugenio Montale, Pier Paolo Pasolini, Umberto Saba, Sandro Penna e Giorgio Carproni, utilizzando immagini raccolte dagli archivi Rai. I sei filmanti rappresentano un’antologia visiva della poesia italiana del novecento, infatti con la voce e l’immagine del poeta prescelto vengono ricostruiti il suo percorso letterario e di vita. La quinta edizione del Poesiafestival avrà anche un filo conduttore musicale. Dopo l’anteprima con “Musica nuda” che vedrà la partecipazione di Luca Carboni, chiuderà la rassegna un esilarante viaggio tra poesia e musica condotto da Elio e le storie tese.


Riproduzione riservata © 2018 TRC