in:

Il corpo carnevalesco, la maschera, l’improvvisazione per creare un canovaccio di commedia dell’arte. Sarà uno spettacolo a teatro a chiudere lo stage internazionale di Finale Emilia.

Arrivano dall’Italia e dall’estero, in particolare dalla Spagna, i giovani che a Finale Emilia stanno prendendo parte ad uno stage internazionale dedicato all’attore e alla maschera nella Commedia dell’arte. 8 ore al giorno di sudore e fatica sul palco di quello che è un gioiellino per la città ma non solo, ovvero il teatro comunale. Sotto la guida di Fabio Mangolini, attore che fu allievo del grande Marcel Marceau, dal 6 luglio i ragazzi sono alle prese con un duro lavoro per apprendere elementi di acrobatica e scherma teatrale, e studiare madrigali, maschere e tecniche d’improvvisazione, fino ad arrivare alla creazione di un canovaccio di commedia dell’arte. Sì perché l’obiettivo finale, oltre alla scoperta dei meccanismi di una delle più grandi tradizioni, è quello di mettere in pratica quanto imparato grazie alla presentazione di un canovaccio in pubblico.Lo stage si concluderà il 26 luglio e la sera precedente, sabato 25, sul palco del teatro comunale di Finale Emilia, i giovani attori metteranno in scena il loro spettacolo.


Riproduzione riservata © 2018 TRC