in:

A Mirandola due imprese al lavoro per il progetto della multisala. L’obiettivo è riportare il cinema in città dopo l’abbattimento del Capitol.

Lo storico Capitol è ormai solo un ricordo. E per andare al cinema i mirandolesi devono allontanarsi dalla città. Per questo il nuovo sindaco sarà chiamato a portare avanti l’iter già avviato dalla giunta uscente che ha fornito agevolazioni a chi costruirà la futura multisala. Al momento le ipotesi più gettonate sono due ed in entrambi i casi si tratta di imprenditori locali, che hanno deciso di impegnarsi per dotare la città di una struttura che mancava. Si tratta di CLS, che ha presentato un progetto di fattibilità su un’area di via dell’Industria, e di Acea Costruzioni, che sta studiando la realizzazione della multisala in via per Concordia. Da notare che entrambe le aziende hanno già individuato i gestori che dovrebbero far funzionare il maxicinema, una volta realizzata la struttura. I progetti sul tappeto potrebbero tra l’altro contemplare la realizzazione di altre strutture da affiancare al cinema. Per questo, considerate anche le dimensioni della multisala, che potrebbe arrivare a comprendere 6 sale cinematografiche, le aree cittadine più adatte sono risultate la zona della Marchesa, il Fandango, l’ex Covalpa, il centro storico, via dell’Industria e via per Concordia, queste ultime individuate dalle imprese locali per la realizzazione dell’opera.


Riproduzione riservata © 2016 TRC