in:

Torna, dal 7 al 12 luglio, il Festival delle bande militari: ridotto il programma delle serate in città, le orchestre si esibiranno, però, anche in altre regioni.

L’anno scorso era stata tolta una serata a Palazzo Ducale, quest’anno viene meno un altro appuntamento in piazza Roma: il Festival delle Bande militari, nell’anno del raggiungimento della maggiore età, soffre il taglio pesante delle risorse, ma non demorde, anzi rilancia. Per la prima volta, infatti, il tattoo modenese varca i confini della provincia e va in trasferta con le proprie formazioni musicali ad Alessandria e a Villafranca di Verona. Il programma modenese ne esce, comunque, ridotto: lo spettacolo inaugurale si tiene in piazza Roma giovedì 9 luglio con il consueto corollario di parte notturne. Venerdì 10 concerto di gala a Palazzo Ducale e sabato 11 spettacolo conclusivo con giochi di luci e fuochi artificiali. Cinque le orchestre militari che si esibiranno: due formazioni, quella slovacca e quella turca, non hanno mai suonato a Modena, tornano, invece, le Guardie di Coldstream dalla Gran Bretaglia e gli alpini della Brigata Julia. A 13 anni di distanza dalla sciagura aerea di Eindhoven, torna pure la Fanfara delle forze armate reali dell’Olanda che renderà omaggio ai 34 giovani musicisti rimasti uccisi mentre rientravano a casa dopo essersi esibiti a Modena. La manifestazione è promossa da Comune, Accademia militare, Fondazione Teatro Comunale e Fondazione Cassa di risparmio di Modena… Il festival internazionale delle bande militari sarà preceduto, il 3 e 4 luglio, dal meeting dei gruppi musicali giovanili “Rataplan”. In calendario 15 concerti in otto piazze della città, ma anche l’esibizione di una formazione jazzistica proveniente da Seattle e l’omaggio a Fabrizio De Andrè curato da David Riondino.


Riproduzione riservata © 2016 TRC