in:

Da oggi, Castelfranco ha una nuova biblioteca, ampliata negli spazi ed arricchita con nuovi servizi. Bella e futuristica, ha trovato dimora in quella che un tempo era la distilleria Bini.

Un articolato complesso di archeologia industriale, con murature in laterizio faccia vista ed aperture ad arco. Dichiarato d’interesse storico, quindi sottoposto a vincoli dei quali la Soprintendenza dei beni culturali e paesaggistici ha sempre preteso il rispetto, l’edificio che un tempo ospitava parte della distilleria Bini è rinato a luogo di cultura. Durerà tutto il week end la festa per l’inaugurazione della nuova biblioteca, realizzata in un anno e mezzo di lavori di restauro e ristrutturazione. Due piani, numerose aree lettura e salette per conferenze e studio, la nuova biblioteca è futuristica, non solo per l’architettura, ma anche e soprattutto perchè dotata di tutte le nuove tecnologie informatiche e multimediali.


Riproduzione riservata © 2016 TRC