in:

Due giorni dedicati all’arte e alla natura per la 17esima giornata Fai di Primavera. A Modena si può visitare la sede dell’Istituto “Venturi” di via Belle Artii, mentre a Castelvetro Palazzo Rangoni e il Castello di Levizzano.

Non molti modenesi sanno che all’interno della sede di via Belle Arti dell’istituto “Venturi” si può ammirare una importante gipsoteca, raccolta di calchi in gesso, di statue classiche, un cortile dove spicca una nicchia con la copia dell’Ercole Farnese o ancora un Laocoonte, la Venere di Milo e stampe di libri del Palladio, oltre alla forse più nota Galleria delle Statue. Sono 210 le città italiane coinvolte dalla 17esima giornata del Fondo Ambiente Italiano a sostegno dell’arte e della natura. In provincia di Modena è possibile, fino a domani, visitare appunto l’Istituto d’Arte “Venturi” di Modena e il Palazzo Rangoni di Castevetro. A fare da apprendisti Ciceroni gli studenti dei licei classici “Muratori” e “San Carlo” e dell’istituto “Venturi”. La missione del Fai è quella di promuovere in concreto una cultura di rispetto della natura, dell’arte, della storia e delle tradizioni italiane. L’Istituto “Venturi” e Palazzo Rangoni sono aperti anche domani dalle 10 alle 12.30 e dalle 14.30 alle 18.30, con ultimo ingresso alle 18. Aperto al pubblico anche il Castello di Levizzano.


Riproduzione riservata © 2016 TRC