in:

Dal 14 al 22 febbraio torna Modenantiquaria, la rassegna internazionale di alto antiquariato giunta alla sua 23esima edizione. Venerdì pomeriggio il taglio del nastro con il ministro Sandro Bondi.

200 gallerie che espongono, tre saloni a tema su un’area espositiva di 20 mila metri quadrati: Modenantiquaria con mobili e suppellettili rari ed eleganti, Excelsior dedicato alla pittura dell’800 e Petra con le sue antichità per giardini ed esterni. Numeri che fanno di Modenantiquaria una delle più imponenti rassegne dedicate all’arte antica in Europa. Quest’anno, per la 23esima edizione Modenantiquaria sarà aperta al pubblico dal 14 al 22 febbraio. A Modenantiquaria per la prima volta i tesori dell’antiquariato sposano l’alta cucina: sarà infatti lo chef modenese il regista di tutta la ristorazione interna alla fiera all’insegna di piatti e prodotti di qualità tipici del territorio. Nel ristorante self service sarà possibile degustare piatti della tradizione modenese, a prezzi di mensa. Nei bar si troveranno ingredienti provenienti da aziende dislocate sul territorio provinciale. Particolare attenzione è riservata al ristorante “Art&food” che sarà teatro delle performance culinarie dello Chef dell’osteria Francescana e di altri quattro illustri colleghi


Riproduzione riservata © 2016 TRC