in:

Si prospetta un fine settimana all’insegna del dialogo sul fronte “Festival filosofia”. Roberto Franchini oggi ha invitato pubblicamente Remo Bodei e gli altri filosofi del Comitato scientifico a ritirare le dimissioni.

Un invito pubblico a Remo Bodei, e all’intero “Comitato scientifico”, a ritirare le dimissioni: Roberto Franchini, a nome della Fondazione San Carlo, esce allo scoperto e prova a ricucire i rapporti con i “transfughi” del Festival Filosofia, Bodei e Michelina Borsari in primis. La proposta di mediazione del sindaco Pighi di scorporare il Festival dalla Fondazione ha rimesso in moto il dialogo. Adesso si tratta di capire su che punto le parti potrebbero trovare l’accordo. Franchini aggiunge “Auspico che il professor Bodei possa continuare ad essere anche il supervisore del Festival Filosofia, se i soci del Comitato promotore saranno d’accordo. In questo modo – e proprio qui sembra la “chiave di volta” della proposta – Bodei assicurerebbe “quel legame scientifico che si auspica tra la Scuola di Alti studi e il Festival”. Sarà abbastanza? Bodei e la Borsari avevano parlato della necessità di mantenere uniti Scuola e Festival: ai contatti di queste ore il compito di limare le diverse posizioni. Anche i componenti del Comitato scientifico sono invitati a tornare: l’organismo, comunque, verrà integrato fino ad arrivare a nove, il numero complessivo previsto dallo Statuto. Di un clima più disteso parla il vice-sindaco Mario Lugli che mette sul piatto anche la disponibilità di Regione Emilia Romagna e Fondazione Cassa di risparmio di Carpi ad offrire un sostegno al Festival, anche dal punto di vista economico. “Un clima più disteso e il recupero delle competenze di Remo Bodei e di altri intellettuali – conclude Lugli – possono senz’altro portare serenità alla Fondazione San Carlo e alla Scuola di alti studi, sotto la presidenza di Roberto Franchini, e al Festival Filosofia nella nuova forma gestionale che assumerà sotto la direzione di Michelina Borsari”.


Riproduzione riservata © 2016 TRC