in:

“Tutti i grandi sono stati bambini” è il titolo dello spettacolo che vede protagonisti 30 ragazzi provenienti dagli orfanotrofi di Tuzla e Scutari che andrà in scena il giorno dell’Epifania al Teatro Storchi.

Dieci anni fa anche da Modena partivano i primi aiuti verso i territori devastati dalla guerra in Bosnia. Dopo gli aiuti materiali la solidarietà non si ferma ma assume un altro volto, quello della cultura. Grazie ad un progetto coordinato dall’ufficio cooperazione internazionale del Comune di Modena, in collaborazione con l’assessorato alla cultura, Ert, Arci, Centro Musica, oltre numerosi partner modenesi, 30 ragazzi provenienti dagli orfanotrofi di Tuzla in Bosnia e da Scutari in Albania daranno vita ad uno spettacolo che andrà in scena il 6 gennaio alle ore 16 al Teatro Storchi. “Tutti i grandi sono stati bambini” rappresenta la tappa conclusiva del progetto “I monelli” attraverso il quale attori e registi italiani, della compagna del Teatro Due Mondi di Faenza, assieme alla musicista modenese Anna Palumbo, per 10 giorni hanno condotto due laboratori per i ragazzi degli orfanotrofi delle due città. Lo spettacolo, ad ingresso gratuito, è destinato ad un pubblico di famiglie con un linguaggio semplice ed immediato. Dopo il debutto allo Storchi sono in programma altre tappe a Forlì, Correggio, Faenza e Casalecchio.


Riproduzione riservata © 2016 TRC