in:

Oltre alla Messa da requiem, Modena ricorderà Luciano Pavarotti, nel primo anniversario della morte, anche con un omaggio fotografico ospitato nel Ridotto del teatro comunale.

C’è un giovanissimo Luciano, in versione macho man, che scherza con Maura Piccagliani: entrambi nella stagione lirica 1955/56 sono coristi al Teatro comunale di Modena. Quello stesso anno, il tenore si esibiva anche con la Corale Rossini come testimonia la fotografia realizzata in municipio. Sono solo alcune delle 17 immagini che turisti e modenesi potranno vedere nel Ridotto del Teatro Comunale da sabato 6 settembre, ad un anno dalla scomparsa di Luciano Pavarotti. Si tratta di un omaggio fotografico alla memoria del tenore modenese curato da Fausto Ferri. Un grande pannello di 2 metri per 35 avvolgerà come un fregio la fascia superiore della sala. Le immagini riprodotte sono state realizzate da diversi fotografi da Gianaroli a Orlandini, da Zagaglia a Guerzoni. Ripercorrono le tappe più significative della sua carriera in chiave modenese, dagli esordi fino al primo affollatissimo concerto offerto alla città in piazza Grande nel 1985 e al concerto al Comunale per i suoi 40 anni di carriera. Il Ridotto sarà aperto al pubblico da sabato 6 settembre a domenica 5 ottobre, dal martedì al sabato, dalle 17.00 alle 19.00, ad ingresso gratuito. Anche la biblioteca civica Delfini, in occasione del primo anniversario della scomparsa di Luciano Pavarotti, propone sul suo sito una selezione della discografia del tenore e di quanto è stato pubblicato su di lui in italiano, francese e inglese.


Riproduzione riservata © 2016 TRC