in:

Mario Monicelli lo scrisse oltre 40 anni fa, ma il progetto fu messo a tacere. Così la trama di “Capelli lunghi” è divenuta un fumetto, grazie alla matita del modenese Massimo Bonfatti.

Al cinema non l’avete mai visto e chissà se lo vedrete mai. Ma “Capelli lunghi”, l’unico film mai realizzato da Mario Monicelli, è diventato una storia a fumetti. Grazie al disegnatore modenese Massimo Bonfatti, a cui è capitata tra le mani, quasi per caso, la sceneggiatura, rimasta in un cassetto per 40 anni. La storia di due ragazzi in fuga in moto contro il mondo intero, e tutto per un principio di libertà. Una storia dai risvolti tragici, che Bonfa ha tradotto in disegni e balloons grazie all’uso del chiaroscuro, ed ombreggiature tese ad enfatizzare le espressioni dei personaggi. Adottando la voce narrante di Monicelli come tema conduttore, il disegnatore ha anche mantenuto il fascino del soggetto cinematografico originario. Ma allo stesso tempo il racconto ha potuto conservare la verve del regista.Il libro, scritto dal giornalista modenese Franco Giubilei, sarà protagonista, assieme ai suoi autori, regista compreso, dell’anteprima del Poesia festival, il 24 settembre a Castelnuovo.


Riproduzione riservata © 2016 TRC