in:

Immagini, parole e suoni avvolti dal mistero. Da oggi Finale Emilia si tinge del colore della notte, per la seconda edizione del Festival Noir

Ad aprire le danze sarà la cena con l’autore, l’unico appuntamento al di fuori della tradizionale cornice del festival, che si svolgerà, come l’edizione pilota dello scorso anno, nel cuore di Finale Emilia, tra il castello ed il cortile dell’ex scuola materna di via Oberdan. Il festival noir prende il via questa sera dal giardino del Ristorante Estè, dove è in programma la cena con l’autore. L’incontro con Roberto Barbolini, narratore e saggista, la giovane autrice Barbara Baraldi ed il critico letterario Andrea Marcheselli precederà la cena che verrà servita, al termine, a chi desidererà approfittare di un’imperdibile occasione per trascorrere una piacevole serata in compagnia di questi protagonisti del genere noir. Da domani si rientra in centro storico, con un programma che, proprio in queste ultime ore, ha subito alcune modifiche. E’ stato anticipato a domani sera alle 21 l’incontro con Eraldo Baldini, romanziere e sceneggiatore, che presenta “Quell’estate di sangue e di luna”. Quella di sabato sarà, per il festival, la notte più lunga: la notte nera, fatta di musica, arte e spettacolo. Si comincia nel pomeriggio, alle 17, con l’autore di Blu Notte, Carlo Lucarelli, che presenta la sua ultima fatica “L’ottava vibrazione”. Alle 19, nei sotterranei del castello, verrà inaugurata la mostra “Black Comics” dedicata a Diabolik ed Eva Kant, alla presenza di tre tra i massimi esperti e cultori dello spietato ladro, frutto della fantasia delle sorelle Giussani. Poi tutti alla “Cena con delitto” per proseguire con “Gli incubi” di Edgar Allan Poe ed un concerto per pianoforte, flauto e soprano che creerà un’atmosfera tutta particolare. Domenica 31 agosto il gran finale, con Giorgio Faletti che presenterà, a partire dalle 21, il suo ultimo libro “Pochi inutili nascondigli”.


Riproduzione riservata © 2016 TRC