in:

Vent’anni fa moriva Enzo Ferrari. Il museo che sta per sorgere nella casa natale del Drake a Modena si annuncia all’avanguardia tecnologica, proprio come le sue Ferrari.

Vent’anni fa moriva Enzo Ferrari, per ricordarlo e raccontarlo a chi non ha avuto la fortuna di conoscerlo, stamattina il suo successore alla guida della Casa di Maranello, Luca di Montezemolo, ha scelto il sito internet della Ferrari: “Persona formidabile che ha saputo creare dal niente una fabbrica di automobili da sogno e ha portato le sue vetture a raccogliere migliaia di successi sulle piste e sulle strade di tutto il mondo, tanto da diventare un mito universale”. E Montezemolo proseguendo nel ricordo svela l’insegnamento fondamentale ricevuto da Enzo Ferrari: essere curiosi e sfruttare le migliori tecnologie del momento. E proprio iper tecnologico si annuncia il museo che sorgerà nella casa natale del Drake in via Paolo Ferrari a Modena. Sale espositive in costante divenire, per sollecitare i visitatori a tornare più di una volta, con le auto esposte praticamente sospese nell’aria e postazioni multimediali che attraverso la realtà virtuale consentiranno ai visitatori di sperimentarsi come ingegneri e modificare le vetture. A settembre, la Fondazione museo casa natale Enzo Ferrari, ha già annunciato la pubblicazione del bando europeo per scegliere la ditta chiamata a realizzare l’opera. Un intervento in due parti: il recupero della casa natale vera e propria, dove saranno raccontati i momenti più significativi della vita del Drake, e la costruzione della futuristica galleria che ricorda nella forma, il cofano di un’auto da corsa, dove saranno esposte a rotazione i modelli più celebri di Ferrari e Maserati.


Riproduzione riservata © 2016 TRC