in:

E’ l’impegno sociale il filo conduttore dell’edizione 2008 del Settembre Formiginese. Lotta alla mafia e un premio oscar. Nel prossimo servizio le prime anticipazioni.

Uno scrittore che denuncia il potere delle caste, il fratello di un giornalista ucciso dalla mafia e un giudice che da sempre combatte la criminalità organizzata. E’ un programma che punta all’impegno sociale quello del Settembre Formiginese, una manifestazione che quest’anno compie 37 anni. Dopo le due anteprime con la festa medievale del 24 agosto e la festa dell’Avis del 31 agosto, a settembre, parte la rassegna degli incontri d’autore. Comincia, il 12, Sergio Rizzo, che presenta ‘La deriva’ il nuovo libro scritto a quattro mani con Gian Antonio Stella. Il 15 settembre arriverà a Formigine Giovanni Impastato per ricordare la figura e l’impegno del fratello Peppino ucciso nel ’78 con una carica di tritolo. Il 24 chiude la serie Giuseppe Ayala, giudice del pool antimafia, amico di Giovanni Falcone. Ma non pensiamo a un Settembre troppo impegnato. Non manca infatti lo spazio alla festa e al divertimento: il 14, in piazza, arriva la tappa del Radio Bruno Estate; il 20 la festa dello sport, il 27, in piazza Calcagnini, il concerto del premio Oscar Nicola Piovani. L’edizione 2008 del Settembre Formiginese – organizzata da Comune e commercianti – avrà come fiore all’occhiello l’inaugurazione della Residenza sanitaria assistita nell’ex ospedale, uno degli obiettivi della legislatura.


Riproduzione riservata © 2016 TRC