in:

Avvicinare i giovani alla scrittura attraverso un modo giocoso e diverso dal solito. Nell’ambito del concorso “Un’indagine con la polizia scientifica” oltre 200 studenti modenesi hanno lavorato alla realizzazione un centinaio di testi polizieschi.

Terzo piano di una villa di Santa Marinella sul litorale romano, viene ritrovato il cadavere di una donna, Clara Lombardi. Dal sopralluogo della polizia scientifica e dalle testimonianze di nove persone, emergono particolari ed indizi per ricostruire la dinamica del delitto. Una volta tanto è pura fantasia. Dagli indizi, invece, contenuti in un cd rom realizzato dalla polizia di Stato per il concorso “Un’indagine con la polizia scientifica” oltre 200 studenti modenesi di 18 istituti superiori del territorio, hanno realizzato un centinaio di racconti noir. Il progetto, sostenuto da Coop Estense e da Banca popolare dell’Emilia Romagna, ha una duplice valenza, far avvicinare i giovani alla scrittura, attraverso il gioco e la fantasia, ma anche alle istituzioni.Venerdì 16 maggio ai Giardini Ducali, nell’ambito della festa della polizia, avverrà la premiazione dei vincitori e la consegna dei premi messi.I 15 studenti più meritevoli avranno l’opportunità di visitare la sezione di polizia scientifica di Roma. Il racconto del primo classificato sarà, invece, pubblicato su di un giornale locale. Ha presieduto la giuria lo scrittore Carlo Lucarelli.


Riproduzione riservata © 2016 TRC