in:

Per oltre due anni ha maltrattato la madre, con cui viveva, con continue vessazioni psichiche ed anche atteggiamenti violenti.

Per oltre due anni ha maltrattato la madre, con cui viveva, con continue vessazioni psichiche ed anche atteggiamenti violenti. In particolare lasciandosi andare ad eccessi di ira la obbligava anche a farsi elargire denaro per dare sfogo ai suoi vizi (alcol e probabilmente anche slot). L’uomo gettava a terra arredi e cibo, tirata i capelli alla donna mentre la offendeva. Teatro dell’ennesima vicenda di violenza domestica un comune del comprensorio ceramico della provincia di Reggio Emilia dove un 50ene reggiano, dopo che la madre ha trovato la forza e il coraggio di rivolgersi ai carabinieri, è stato denunciato dai carabinieri per maltrattamenti in famiglia. Il comportamento aggressivo del figlio è iniziato in concomitanza con la convivenza iniziata dopo la separazione e si è fortemente acuito nell’ultimo anno. Al punto che la donna di 80 anni a volte raggiungeva l’ultimo piano condominiale per dormire nella cabina dell’ascensore condominiale. Aiutata e ospitata anche dai suoi vicini di casa, la donna questa estate è stata costretta a lasciare casa ricevendo ospitalità da parenti. Tuttavia esasperata, stanca e forse rinfrancata dal nuovo contesto familiare, certamente più sereno, la donna ha trovato la forza di rivolgersi ai carabinieri.


Riproduzione riservata © 2018 TRC