in:

Un quarantenne di origine moldava è finito in ospedale dopo essere stato ferito al volto, probabilmente con un cacciavite, dai ladri

Un quarantenne di origine moldava è finito in ospedale dopo essere stato ferito al volto, probabilmente con un cacciavite, dai ladri che aveva sorpreso in casa. Il violento tentativo di rapina è avvenuto poco dopo le 21 di ieri in via Gregorio XIII, periferia di Bologna. E’ intervenuta la Polizia, anche con la Scientifica. L’uomo, che abita con la moglie al piano rialzato di una palazzina, era da solo quando ha sentito un rumore provenire dalla portafinestra della cucina. E’ andato a controllare e ha sorpreso due persone che stavano armeggiando per entrare e che, vistosi scoperti, hanno reagito: uno lo ha colpito in pieno volto con un oggetto appuntito causandogli un taglio allo zigomo, a pochi centimetri dall’occhio. L’aggressione è avvenuta fra la cucina e il balcone dell’appartamento, che i ladri avevano raggiunto scalando una grondaia. Si sono poi dati alla fuga a mani vuote insieme ad almeno due complici, tutti vestiti di scuro. Una banda di ladri che corrisponde alla stessa descrizione ha tentato un altro furto, sempre ieri sera, anche in un’abitazione poco lontano. Lo riferisce l’Ansa.


Riproduzione riservata © 2018 TRC