in:

La società elettrica gli aveva interrotto per morosità l’erogazione di energia, ma con un allaccio abusivo rubava quella della vicina

La società elettrica gli aveva interrotto per morosità l’erogazione di energia, ma un operaio residente a Rubiera non si è dato per vinto, e ha pensato bene di poter continuare ad avere la luce in casa grazie ad un allaccio abusivo che lo vedeva “succhiare” energia dal contattore della vicina di casa. A scoprirlo i carabinieri di Rubiera (Reggio Emilia) che, attivati dalla vittima, hanno scoperto il truccoa. Per questo motivo con l’accusa di furto aggravato e continuato i carabinieri della stazione di Rubiera hanno denunciato un 45enne. E’ accaduto in un condominio del comprensorio ceramico reggiano, dove i carabinieri della locale stazione sono intervenuti per un sopralluogo a seguito della richiesta da parte di una pensionata 78enne reggiana, la quale aveva notato un anomalo collegamento nel contattore che erogava energia elettrica nel suo appartamento. Nel corso dell’attività ispettiva all’interno della struttura i carabinieri notavano la realizzazione di un allaccio di fortuna: dal contatore elettronico di proprietà del 45enne partiva un cavo che si collegava al contattore della derubata. I tecnici hanno poi ripristinavano lo stato dei luoghi.


Riproduzione riservata © 2018 TRC