in:

Ha tentato di tagliare una bombola del gas con un flessibile ed è morto per le ustioni riportate in seguito a una fiammata

Ha tentato di tagliare una bombola del gas con un flessibile senza accertarsi che fosse completamente vuota ed è morto per le ustioni riportate in seguito a una fiammata sprigionata dal contenitore esploso. La vittima è un pensionato di 75 anni e l’episodio è accaduto a San Vito, nel riminese. L’uomo, Luciano Ronaldi, a quanto si apprende aveva riportato ustioni sul 90% del corpo martedì pomeriggio per lo scoppio della bombola di gas che stava tentando di tagliare. È deceduto ieri mattina al Bufalini di Cesena. Secondo le ricostruzioni, stava maneggiando la bombola di gas che è esplosa causando le fiamme. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco e i carabinieri. Le indagini dei carabinieri, che hanno quindi inviato un’informativa in Procura, hanno appurato che si è trattato di una distrazione del 75enne. Credendo che la bombola fosse completamente vuota, l’uomo non avrebbe chiuso e smontato la valvola di sicurezza prima di procedere ad ogni sorta di manovra.


Riproduzione riservata © 2018 TRC