in:

Due aggressioni che hanno scatenato la psicosi in tutto il centro, per il “giovane con il cappello di paglia”, così era stato descritto l’autore delle violente aggressioni

La Polizia di Stato ha arrestato un 17enne romeno considerato l’autore di due violente aggressioni avvenute a metà giugno a Bologna: un uomo colpito in faccia da un pugno durante una rapina di 50 euro in Via Gigli e una donna aggredita con estrema violenza in via Goito per una sigaretta negata. Due aggressioni che hanno scatenato la psicosi in tutto il centro, per il “giovane con il cappello di paglia”, così era stato descritto l’autore delle violente aggressioni. Le indagini della Squadra Mobile sono partite già dalla tarda serata del 14 giugno, giorno della prima aggressione. Le testimonianze raccolte, unite alle immagini delle telecamere di videosorveglianza hanno portato all’ipotesi che l’autore delle due aggressioni fosse lo stesso uomo, individuato già il 27 luglio mentre passeggiava in centro indossando gli stessi abiti che aveva il giorno dei violenti reati commessi. Gli elementi raccolto dalla Polizia di Stato hanno consentito alla Procura di chiedere e ottenere dal Gip del Tribunale dei Minorenni di Bologna l’emissione della custodia cautelare in carcere.


Riproduzione riservata © 2018 TRC