in:

Ha subito dal marito vessazioni, insulti e violenze per lungo tempo

Ha subito dal marito vessazioni, insulti e violenze – insieme ai due figli minorenni e al padre convivente – senza mai sporgere denuncia nella speranza di un ravvedimento così da provare a salvaguardare il nucleo familiare. Quel ravvedimento mai giunto da parte del coniuge – e arrivata a dormire chiusa a chiave in un’altra stanza con i figli nel timore di aggressioni notturne – la ha spinta a bussare alla porta dei Carabinieri di Gattatico, nel Reggiano, che hanno denunciato l’uomo, un 50enne, con l’accusa di maltrattamenti in famiglia e lesioni personali. Il Gip del Tribunale di Reggio Emilia ha inoltre disposto nei confronti del marito, l’allontanamento dalla casa familiare e il divieto di avvicinamento alle vittime prescrivendo di mantenere una distanza di almeno 500 metri dai congiunti. Nel corso degli anni, oltre alle esplosioni d’ira con gravi minacce di morte a moglie, figli e suocero e alle quotidiane offese rivolte ai familiari, l’uomo frequentemente usava violenza nei confronti dei congiunti raggiunti da schiaffi, pugni e spintoni e tirate di capelli. In occasione di un anniversario di matrimonio il 50enne ha minacciato la moglie di buttarla dalla finestra e in un’altra non ha esitato ad armarsi di un coltello puntandolo alla gola della donna che era solito colpire sul tendine lesionato del braccio destro sapendo di cagionarle un forte male. Una serie di violenze – documentate in alcuni casi con referti medici – riscontrate dai militari di Gattatico che hanno fatto scattare la denuncia e l’emissione della misura cautelare da parte del Gip.


Riproduzione riservata © 2018 TRC