in:

E’ accaduto domenica sera sul regionale Bologna Parma. A rendere noto l’episodio è la Cisl che chiede più supporto al personale delle aziende di trasporti e i tornelli nelle principali stazioni

Presa a testate, schiaffi e pugni. E’ la brutta avventura capitata ad una capotreno in servizio domenica sera sul regionale Trenitalia Bologna Parma. La donna per le contusioni riportate è dovuta ricorrere alle cure del pronto soccorso. L’episodio, reso noto dalla Cisl, si è verificato nei pressi della stazione di Modena, destinazione della protagonista dell’aggressione. La viaggiatrice era salita a Bologna senza biglietto. All’arrivo della capotreno per il controllo, le chiede di poterlo acquistare sul momento, cosa tra l’altro possibile. La capotreno non ha però il resto da darle e le spiega che avrebbe potuto incassarlo con un buono una volta arrivata in stazione a Modena. La donna reagisce però con inattesa violenza: scoppia il parapiglia sul vagone, la passeggera aggredisce prima verbalmente poi fisicamente la dipendente di Trenitalia, la colpisce con uno schiaffo, un pugno e con una testata. “Troppo spesso il personale front line delle aziende di trasporti passeggeri è lasciato solo e costretto ad affrontare situazioni rischiose che non di rado sfociano in vere e proprie aggressioni – commenta il segretario Fit Cisl Emilia Romagna Aldo Cosenza – i lavoratori e i viaggiatori hanno bisogno di risposte concrete e rapide”


Riproduzione riservata © 2018 TRC