in:

Ubriaco, ha insultato e minacciato barista, il 25enne ha così deciso di presentarsi spontaneamente in questura dove è stato denunciato.

Minaccia aggravata, diffamazione aggravata da motivi razziali, e porto abusivo di coltello. Sono le accuse di cui deve rispondete un 25enne di Piacenza che si è costituito in questura dopo il grave episodio avvenuto in un bar del centro. Qui il giovane si era presentato completamente ubriaco chiedendo dell’acqua, e quando uno dei titolari del bar – un uomo di colore – gliel’aveva offerto, il piacentino lo ha prima aggredito verbalmente affermando “voi ci portate via il lavoro” e poi avrebbe anche minacciato entrambi i baristi con un coltello. Quando la polizia è arrivata sul posto, il giovane era già scappato, ma gli agenti lo avevano individuato grazie a una descrizione e lo stavano cercando. Sentendosi braccato, il 25enne ha così deciso di presentarsi spontaneamente in questura dove è stato denunciato. Lo riferisce l’Ansa.


Riproduzione riservata © 2018 TRC