in:

Accortosi di essere ripreso ruba la telecamera esterna ma non evita la denuncia. Furto aggravato l’accusa mossa a un 20enne di Guastalla

Ha cercato di rubare preservativi dal distributore automatico esterno di una farmacia del paese poi accortosi di essere ripreso dal sistema di videosorveglianza installato all’esterno della farmacia ritenendo erroneamente di evitare di essere scoperto ha rubato la telecamere ignorando, per minor conoscenza della tecnologia, che il video era stato salvato nell’hard disk del sistema di videosorveglianza della farmacia. Grazie proprio alle immagini che hanno documentato in diretta l’azione delittuosa del giovane i carabinieri della stazione di Novellara dopo la denuncia della farmacista sono quindi risaliti al ladruncolo ora finito nei guai. Con l’accusa di furto aggravato i carabinieri della stazione di Novellara hanno denunciato alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Reggio Emilia un 20enne del paese. L’origine dei fatti quando la farmacista all’apertura dell’attività aveva modo di riscontrare che ignoti avevano tentato di forzare il distributore automatico dei profilatici sena riuscire nell’intento di asportare i preservativi. Nello stesso frangente la titolare dell’attività aveva modo di rilevare come ignoti avevano asportato a telecamere del circuito di videosorveglianza esterno circostanza per cui si presentava ai carabinieri di Novellara denunciando l’accaduto. I militari di Novellara avviavano le indagini partendo dal video del sistema di videosorveglianza che salvato nell’hard disk del sistema veniva acquisito dai carabinieri. Dalla visione de filmati i militari avevano modo di verificare in maniera incontrovertibile che un giovane dopo aver tentato di forzare il distributore automatico dei profilatici con l’intento di asportare i preservativi accortosi della telecamera che riprendeva la sua condotta delittuosa desisteva da tal intenti rivolgendo le su attenzioni furtive alla telecamera che asportava. Una mossa che non gli ha garantito l’impunità in quanto i video visionati dai militari consentivano a questi ultimi di identificare il ladruncolo che veniva pertanto denunciato.


Riproduzione riservata © 2018 TRC