in:

La donna è stata arrestata per lesioni e resistenza a pubblico ufficiale e denunciata per atti persecutori contro l’ex fidanzato

Si è presentata sotto casa del suo ex compagno, in zona Fiera, e ha cominciato a urlare insulti anche per le denunce che l’uomo aveva già sporto in passato nei suoi confronti. Nonostante il divieto di avvicinamento entro i 50 metri, la donna, una 40enne residente a Bologna, è tornata all’attacco. Il suo ex, un 38enne, esasperato ha chiamato la Polizia e quando la volante è arrivata sul posto lei si era allontanata, ma quando gli agenti hanno finto di andarsene è tornata ed è stata colta sul fatto. A quel punto la 40enne ha reagito anche con i poliziotti che stavano procedendo al controllo, ha tentato di andarsene e una volta bloccata ha iniziato a sferrare pugni e calci, uno degli agenti per parare un calcio ha rimediato una contusione a un braccio e 10 giorni di prognosi. La donna è stata arrestata per lesioni e resistenza a pubblico ufficiale e denunciata per atti persecutori. La prima denuncia a suo carico per stalking nei confronti dell’ex risale al 2016, e per inottemperanza al divieto di avvicinamento era già stata arrestata nel 2017. Ora si trova ai domiciliari in attesa del processo per direttissima.


Riproduzione riservata © 2018 TRC