in:

Aggredito per pochi euro nel parcheggio dell’ex manifattura Tabacchi a Bologna. E’ ricoverato in rianimazione

Una aggressione nel buio, una rapina violenta. Un giovane bolognese di 23 anni è stato prima minacciato con un coltello poi aggredito con un pugno da due uomini nel parcheggio dell’ex Manifattura Tabacchi. Il ragazzo è caduto di schiena, battendo la parte posteriore della testa: soccorso dai sanitari del 118 è stato trasferito d’urgenza all’Ospedale Maggiore dove è ricoverato, in prognosi riservata, nel Reparto di Rianimazione. Ha riportato il fatto l’edizione bolognese di Repubblica. Secondo quanto ricostruito dalla polizia di Stato, che sta curando le indagini, il ragazzo ed una amica di 26 anni, dopo una cena in un pub, sono andati a recuperare l’auto della giovane nel parcheggio dell’Ex Manifattura Tabacchi, in via della Manifattura. Qui, mentre si stavano salutando, sono stati avvicinati da due uomini, descritti dalla ragazza alla polizia come stranieri forse dell’Est: prima hanno offerto agli amici droga, al loro rifiuto, hanno chiesto denaro. I due ragazzi si sono allontanati e i due uomini li hanno seguiti: all’improvviso uno ha estratto un coltello a serramanico e ha sferrato un pugno al 23enne facendolo cadere a terra. Dopo avere rovistato nelle tasche dei pantaloni dl giovane e avere preso qualche euro, i banditi sono scappati e la 26enne ha chiesto aiuto. Sul posto i sanitari del 118 e la polizia di Stato che ha raccolto la testimonianza della amica: ha visto i due banditi scappare in via Ferrarese verso il centro.


Riproduzione riservata © 2018 TRC