in:

Un bolognese di 36 anni è accusato di avere messo a segno una rapina ai danni di una barista e un furto in un ambulatorio veterinario

Un bolognese di 36 anni è accusato di avere messo a segno una rapina ai danni di una barista e un furto in un ambulatorio veterinario in zona Murri. Era il 15 aprile scorso era entrato in un bar di via Carissimi e ordinando una sambuca. Quando la barista si era girata, lui però ha cercato di prendere la sua borsa dietro al bancone. Lei ha resistito e lui l’ha spintonata a terra ed è fuggito. All’alba dello stesso giorno, però un ladro aveva sfondato saracinesca e vetrina di un ambulatorio veterinario poco lontano. La polizia ha impiegato poco tempo a capire che l’autore era lo stesso e che lo scooter usato per arrivare e fuggire sia ugualmente stato rubato, assieme al casco e ai guanti. Grazie alle testimonianze raccolte, i video di sorveglianza sequestrati, le indagini approfondite la polizia ha così stabilito che l’auto re dei colpi fosse il 36enne, che così – su ordine del Gip – è stato portato in carcere lunedì.


Riproduzione riservata © 2018 TRC