in:

E’ in corso in occasione del “Gran Premio Octo di San Marino e della Riviera di Rimini”, l’intensa e capillare attività di controllo

E’ in corso in occasione del “Gran Premio Octo di San Marino e della Riviera di Rimini”, l’intensa e capillare attività di controllo economico del territorio da parte dei militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza.
Sono circa 50 i militari della Guardia di Finanza di Rimini che stanno operando già da venerdì mattina presso l’area del circuito eseguendo controlli di polizia economica e finanziaria.
I servizi vengono svolti in uniforme ed in “borghese” dai finanzieri del Nucleo di Polizia Economico Finanziaria, del Gruppo di Rimini e della Tenenza di Cattolica, anche con l’ausilio delle unità cinofile, per il contrasto ai traffici illeciti e per eseguire controlli, estesi fino alle porte dell’autodromo, per contrastare il fenomeno del “bagarinaggio”.
L’attività è mirata soprattutto alla prevenzione degli illeciti e a concorrere con i controlli anti-bagarinaggio a garantire la massima sicurezza nell’area dell’evento, atteso che, come già rilevato nelle precedenti edizioni, i “bagarini” si muovono in gruppi organizzati composti da 4/5 persone che hanno ruoli diversi: il palo, il procacciatore di clienti, il detentore dei biglietti e la persona a cui viene affidato il denaro riscosso; il tutto per eludere eventuali controlli.
Fino ad ora sono già 50 i soggetti sospetti complessivamente identificati e controllati mentre stazionavano nei pressi degli accessi al circuito e delle casse con atteggiamenti da potenziali “bagarini”.
Oltre al bagarino sorpreso a vendere verbalizzato ieri, stamattina altre 2 persone sono state sorprese dai finanzieri nei pressi dei varchi di accesso al circuito a tentare di vendere biglietti. I titoli sono stati sequestrati dalla pattuglia intervenuta.


Riproduzione riservata © 2018 TRC