in:

“Si procede con lavori d’urgenza ma bisogna trovare 12 travi, che Autostrade per l’Italia sta cercando anche all’estero”

Ci vorranno da tre a cinque mesi per ricostruire il ponte autostradale parzialmente crollato ieri
in seguito all’incendio a Borgo Panigale. La stima dei tempi per il ripristino definitivo dell’infrastruttura è stata fatta nel corso di un incontro che si è tenuto in tarda mattinata in
Prefettura, a Bologna. “Si stanno individuando i materiali necessari per cercare se possibile di completare entro tre mesi la ricostruzione del ponte – ha spiegato il sottosegretario alle Infrastrutture, Michele Dell’Orco, presente all’incontro insieme alla sottosegretaria alla cultura Lucia Borgonzoni – ma se non si troveranno le travi opportune potrebbe servire più tempo”.
L’eventuale allungamento dei tempi viene stimato in cinque mesi: “Si procede con lavori d’urgenza ma bisogna trovare 12 travi, che Autostrade per l’Italia sta cercando anche all’estero
– ha aggiunto il sindaco di Bologna Virginio Merola – se si trovano in fretta ci vogliono tre mesi, altrimenti di parla di cinque mesi”. “Circa i costi di ripristino dell’esistente, la società Autostrade per l’Italia informa che al momento sono quantificabili in via di massima in 1 milione di euro, comprensivi degli interventi di demolizione e provvisionali”. Lo ha detto il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Danilo Toninelli nel corso dell’informativa in Aula al Senato.
“Esperti del mio ministero, unitamente a tre Sottosegretari di Stato – ha aggiunto – sono sul luogo dell’incidente, la nostra presenza lì vuole essere un segno di vicinanza mio e di tutto il Ministero a fianco dei familiari delle vittime e dei feriti. Continueremo ad essere presenti sul luogo dell’incidente per seguire da vicino gli sviluppi della vicenda e fare luce su questa ennesima tragedia”. Forze dell’ordine, forze di polizia, protezione civile, vigili del fuoco, Prefettura, Comune, Ministeri, ciascuno attraverso gli uffici competenti, sono al lavoro in
coordinamento tra loro per fare tutto ciò che è necessario. Poche ore fa si è tenuto un summit operativo in prefettura anche per individuare la disponibilità dei siti per poter procedere
alle operazioni di demolizione delle parti stabili dell’infrastruttura e alla rimozione dei materiali franati sulla sottostante via Bragaglia, operazioni propedeutiche all’intervento di ricostruzione della sede autostradale”.


Riproduzione riservata © 2018 TRC